Tutela del patrimonio dal rischio sismico

Disposizioni in materia di tutela del patrimonio architettonico e mitigazione del rischio sismico

Il Ministero per i beni e le attività culturali, nell’ambito delle attività di prevenzione del rischio sismico del patrimonio culturale, ha emanato la Circolare n. 26/2010 riguardante le “Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del Patrimonio culturale allineate alle nuove Norme Tecniche per le costruzioni (D.M. 14/2008”).

In data 30 aprile 2015 il Segretariato Generale ha emanato una ulteriore Circolare n. 15 “Disposizioni in materia di tutela del patrimonio architettonico e mitigazione del rischio sismico”, che, per le istanze di autorizzazione ai sensi dell’art. 21 del D. Lgs. n. 42/2004 e s.m.i.- Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, introduce la compilazione della scheda sinottica. 

Pertanto alla documentazione progettuale presentata alla Soprintendenza per il rilascio delle autorizzazioni per gli interventi di miglioramento sismico e manutenzione straordinaria (di cui al D.P.R. n. 380/01) sul patrimonio architettonico tutelato ai sensi della Parte Seconda del Codice, dovrà essere allegata la Scheda sinottica dell'intervento. La scheda “non costituisce documentazione tecnica aggiuntiva rispetto a quella obbligatoria prevista per legge, ma rappresenta una sintesi finalizzata ad evidenziare l’approccio progettuale adottato secondo quanto previsto dalla Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 febbraio 2011 recante “Valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale con riferimento alle Norme Tecniche per le costruzioni di cui al Decreto dle Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 14 gennaio 2008””.

Approfondimenti

Circolare n. 26-2010  - Linee guida per la valutazione del rischio sismico del patrimonio culturale
Segretariato Generale. Circolare n. 15-2015

Modulistica


torna a inizio pagina